Blog di classe: siti di blog gratuiti per studenti e insegnanti

Mentre l’istruzione si evolve e inizia ad abbracciare i rapidi sviluppi della tecnologia, stiamo iniziando a vedere nuovi metodi di insegnamento introdotti in classe che sfrutta questa rivoluzione digitale.


Una forma di comunicazione digitale che viene sempre più sfruttata a fini di apprendimento è il blog che a sua volta ha portato a una crescente necessità di siti di blog gratuiti e a pagamento per studenti e insegnanti.

Il blog è una piattaforma che è stata ampiamente utilizzata da privati ​​e aziende da molto tempo e il suo potenziale educativo viene sempre più riconosciuto.

Se stai pensando di creare un blog per la tua classe, ecco la tua guida per iniziare a utilizzare blog educativi per studenti gratuiti ea pagamento.

Cosa intendo per “blog di classe”?

Blog educativi per studenti gratuiti

Esistono diversi modi per utilizzare il potere del blog in un contesto di classe. Questi sono i principali:

  • Comunicazioni dell’insegnante – utilizzare un blog per comunicare notizie scolastiche o di classe con gli studenti e i loro genitori.
  • Blog degli insegnanti sulla loro materia – incoraggiare il dibattito tra gli studenti (forse anche incoraggiare gli studenti a impegnarsi attivamente con il contenuto lasciando commenti con le loro opinioni).
  • Sblog tudenti – un blog condiviso a cui ogni studente può contribuire con il proprio profilo utente o ogni studente ha il proprio blog per condividere le proprie opinioni su un argomento o argomenti specifici.

Quale si adatta meglio alle esigenze della tua classe?

Vantaggi dei blog educativi

Prima di approfondire come impostare un blog, diamo un’occhiata ad alcuni dei vantaggi del blog in un ambiente educativo.

Il blogging aiuta gli studenti ad articolare le proprie opinioni e costruire un pubblico, che può essere un’esperienza molto motivante per loro. La condivisione di idee su Internet può anche metterli in contatto con persone che la pensano allo stesso modo e con coloro che possono sfidare le loro idee, il che significa che potrebbe essere loro richiesto di difendere le loro opinioni (che è una preparazione preziosa per il rigore accademico dell’università).

Il blog dimostra entusiasmo per l’argomento e la volontà di condividere idee con gli altri, oltre a sviluppare l’entusiasmo per comunicare idee in un modo che si rivelerà utile al di là della classe. Insegna inoltre agli studenti l’importanza del “giornalismo responsabile” come il sostegno di idee con prove concrete, citando la ricerca e così via.

Se gli studenti devono scrivere su un argomento su una piattaforma pubblica come un blog, devono avere una conoscenza completa dell’argomento e sentirsi a proprio agio nell’esprimere un’opinione al riguardo. Questo incoraggia una comprensione più profonda e un maggiore impegno con l’argomento. A differenza di quando scrivono un saggio che solo l’insegnante leggerà, i blog danno al loro lavoro una vita indefinita oltre l’aula e invitano gli altri a impegnarsi con esso.

Blog di classe per studenti

Blog gratuiti in classe per gli studenti

Quindi, hai deciso che la tua classe trarrebbe beneficio dal blog. Ma come si fa a trovare blog educativi per gli studenti gratuiti e quindi crearne uno?

La buona notizia è che non è mai stato più veloce o più facile avviare i blog in classe e, grazie alla pletora di piattaforme di blogging diverse, non è praticamente necessaria alcuna conoscenza tecnica per farlo.

Esistono numerosi siti di blog gratuiti per gli insegnanti che non sono progettati specificamente per le scuole, ma fanno molto bene il lavoro. Di solito sono gratuiti perché inseriscono piccoli annunci nella parte inferiore dei tuoi post; se vuoi sbarazzartene, di solito c’è un’opzione da pagare per eseguire l’aggiornamento a senza pubblicità.

Dominio gratuito con hosting

Ecco alcune delle migliori piattaforme di blogging gratuite per insegnanti (gratuite se non diversamente indicato) includono:

  • WordPress
  • Blogger
  • LiveJournal
  • TypePad (non gratuito)

Queste piattaforme e altre come loro ti guidano attraverso il processo di creazione di un blog in modo intuitivo, rendendo il tutto semplice e privo di stress.

I migliori siti di blog in classe per il settore dell’istruzione

Questi siti sono simili a quelli sopra elencati ma sono specificamente progettati per il settore dell’istruzione.

  1. Edublogs (il miglior sito di blog in classe quando è necessaria la gestione di più blog)
  2. Weebly for education (un buon sito di blog per il coinvolgimento dei genitori e l’accettazione di incarichi online)
  3. Kidblog (progettato per gli insegnanti di K-12 per consentire la pubblicazione sicura monitorata e pre-approvata)
  4. QuadBlogging (la migliore opzione per l’interazione con altre classi e scuole)

Esistono altre piattaforme di blog – una delle più popolari è WordPress.org – che coinvolgono il “self-hosting” – e se non sai cos’è, probabilmente non è l’opzione migliore per te. L’auto-hosting ti offre una maggiore flessibilità sul contenuto del blog, ma è molto più tecnico e sconsigliato a meno che tu non sia molto a tuo agio nel trovare il back-end di un sito Web (o non ti dispiace inviare ogni singolo post e modificalo nel tuo reparto IT per occuparti di te!).

Se sei una classe IT che impara a conoscere aspetti tecnici come la codifica, questa potrebbe essere una buona esperienza educativa in sé, ma con così tante opzioni molto più semplici, non sarà la scelta ideale per la maggior parte.

Per ulteriori informazioni sul self-hosting di un blog, leggi il tutorial sulla mia homepage.

Decidi prima di configurare il tuo blog di classe:

Per dare al tuo blog il miglior inizio possibile, queste sono le domande che dovresti decidere fin dall’inizio.

Questa è la domanda fondamentale, quindi affrontala prima. Il tuo pubblico sarà il genitore degli studenti della tua classe? La comunità scolastica? Qualcuno interessato all’argomento? Altri insegnanti? Solo quando sai per chi stai scrivendo il tuo blog può trovare la sua voce.

Pensare a un nome per il tuo blog può essere più impegnativo di quanto sembri perché probabilmente i nomi popolari saranno già presi (e ne avrai bisogno uno unico per il tuo nome di dominio: l’indirizzo che le persone digitano nel loro browser web per leggere il tuo blog).

Se intendi davvero solo leggere il tuo blog all’interno della tua comunità scolastica, potresti scegliere un nome che significhi qualcosa all’interno della tua scuola, come il nome della scuola e della classe. Se desideri che il tuo blog abbia un numero di lettori più ampio rispetto alle persone della tua scuola, potresti voler scegliere un nome con un richiamo più generale, magari concentrandoti sull’argomento stesso piuttosto che sul nome della tua scuola o classe.

Forse l’uso più ovvio di un blog di classe è quello di scrivere sull’argomento che stai insegnando. Questo è un ottimo modo per supportare ciò che hai coperto durante le lezioni. Ad esempio, un corso di inglese potrebbe blog interpretazioni personali di una particolare poesia di cui hai discusso in classe.

Le lezioni di filosofia potrebbero voler mettere insieme siti di blog di studenti su un particolare dibattito filosofico. Le lezioni di inglese potrebbero voler siti di blog gratuiti per gli insegnanti per pubblicare un post “Parola al giorno” che spieghi l’origine di una determinata parola (o con uno studente diverso responsabile di scrivere il post ogni giorno). L’unico limite a ciò di cui puoi fare un blog e a come usare il blog è la tua immaginazione e il brainstorming di idee per argomenti sarebbe un grande compito di gruppo in classe.

Come insegnante, sarai l’unico a pubblicare sul blog? Verranno pubblicati solo i migliori post scritti dagli studenti ogni settimana? O ogni studente avrà l’opportunità di postare su di esso come una questione di routine? In quest’ultimo caso, molte piattaforme di blog consentono di impostare account utente e profili per ciascun contributore in modo che i post siano contrassegnati con il nome dell’autore.

Probabilmente vorrai essere in grado di moderare post e commenti prima che vengano pubblicati, quindi tieni a mente anche questo.

Mantenere un blog richiede impegno ed è, quindi, una buona idea decidere con quale frequenza lo aggiornerai, forse un numero minimo di post a settimana. Gli studenti si alterneranno per scrivere post e, in tal caso, con quale frequenza? Potresti persino creare una sorta di “calendario dei contenuti” per descrivere chi scrive cosa e quando.

Suggerimenti per il blog per insegnanti e studenti

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

È sempre una buona idea collegarsi ad altri siti che contengono informazioni utili che potrebbero essere utili per il lettore. Ad esempio, se si menziona un particolare pezzo di ricerca, collegarsi ad esso. Di solito c’è una casella che puoi spuntare quando aggiungi un link per aprirlo in una nuova finestra, il che è una buona idea perché mantiene i lettori sul tuo sito oltre a consentire loro di accedere a utili contenuti correlati da altri siti.

La maggior parte delle piattaforme di blog ha statistiche che ti consentono di vedere quante persone hanno letto ciascuno dei tuoi post e informazioni ancora più dettagliate come il modo in cui i lettori trovano i tuoi contenuti e, in quale parte del mondo sono basati.

Queste statistiche sono una guida utile che ti dice quali post sono più popolari. Se il tuo obiettivo è quello di ottenere un numero considerevole di lettori per il tuo blog, all’interno della comunità scolastica e oltre, queste informazioni ti dicono che tipo di cose che il tuo pubblico apprezza di più, in modo da poter fornire loro simili tipi di contenuti in futuro.

Se speri che un blog offra ai tuoi studenti un pubblico che va oltre i limiti limitati della tua classe, assicurati di farlo sapere ad altre persone. Questo potrebbe essere fatto chiedendo che il link sia incluso nelle newsletter della scuola e negli account dei social media della scuola. Semplifica la sottoscrizione ai tuoi nuovi post da parte delle persone includendo una casella di iscrizione in modo che le persone ricevano e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo post.

Qualcosa che mi è sfuggito? Qualsiasi domanda? Lascia un commento e riceverò una risposta il prima possibile.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map