Velocizza WordPress: 26 suggerimenti per l’ottimizzazione di WordPress

Qualche settimana fa, stavo scavando in alcune risorse di velocità / prestazioni di WordPress e ho finito per andare alla ricerca di come velocizzare i siti WordPress. Dopo aver letto per quali giorni letteralmente sull’argomento, mi chiedevo: cosa succede se faccio un caso di studio sull’accelerazione di questo sito?


Per farla breve, l’ho fatto e se stai cercando la soluzione più rapida (e migliore) senza leggere l’intero articolo, eccolo qui.

Ma se vuoi sapere come farlo senza pagare quel piccolo prezzo, continua a leggere …

Accelera WordPressPrima di iniziare, Ho fatto ancora più ricerche e ho trovato 26 modi per accelerare i siti / blog di WordPress. Sono tutti elencati di seguito.

Per rendere questo case study più accurato, ho anche menzionato quali modifiche ho usato e quali no.

Dopo aver implementato alcune delle cose in questo post, sono riuscito a ridurre la mia homepage velocità di caricamento da 4,23 secondi a 1,33 secondi (senza cambiare il mio host)!

Prima delle modifiche

SBO_speed_before

Dopo le modifiche

SBO_speed_after

Cordiali saluti, non sto bluffando qui. Ho chiesto in particolare a uno dei miei sviluppatori web di seguire i passaggi elencati in questo post.

Se vuoi, controlla anche la velocità del tuo sito tramite lo strumento Pingdom, vai qui: https://tools.pingdom.com/

Dominio gratuito con hosting

So che ormai stai probabilmente desiderando informazioni su come velocizzare WordPress, ma prima leggi questo:

Perché dovresti accelerare WordPress comunque?

Sembra che la mia homepage si carichi solo tre secondi più velocemente di prima, ma ecco la brutta verità. Lo sapevi…

  • un secondo di ritardo nel tempo di caricamento del tuo sito può causare una perdita del 7% nelle conversioni?
  • … E una perdita dell’11% nelle visualizzazioni di pagina?
  • … E una perdita del 16% nella soddisfazione del cliente? Devo andare avanti?

Non sto scherzando qui, comunque. I risultati della ricerca effettiva confermano questi numeri orribili.

Ciò che significa in parole povere è che devi stare molto attento a non uccidere i risultati del tuo sito con qualcosa di banale come i tempi di caricamento.

Molto semplicemente, se il tuo sito web non si carica abbastanza velocemente, i visitatori torneranno al concorso quasi immediatamente. E probabilmente non torneranno mai più. Inoltre, motori di ricerca come Google hanno anche confermato di considerare la velocità di caricamento della pagina come fattore di classifica.

Pronto a velocizzare il tuo sito WordPress?

26 modi per velocizzare i siti WordPress

  1. Scegli l’host web giusto
  2. Tieni aggiornato WordPress
  3. Tieni aggiornati i plugin
  4. Rimuovi i plugin che non ti servono
  5. Esegui scansioni delle prestazioni del plug-in
  6. ottimizzare le dimensioni dei file di immagine
  7. Riduci al minimo il design della tua homepage
  8. Ridimensiona le dimensioni dell’immagine di grandi dimensioni
  9. Utilizzare un plug-in di cache
  10. Ottimizza il tuo database
  11. Monitora la sicurezza del tuo sito
  12. Immagini a carico lento
  13. sposta gli script nel piè di pagina
  14. Rigenera le miniature
  15. Minimizza i file JavaScript e CSS
  16. Utilizzare una rete di distribuzione dei contenuti (CDN)
  17. Abilita la compressione gzip
  18. Disabilita hotlinking
  19. Rimuovi i cursori dal tuo disegno
  20. Collegalo a Cloudflare
  21. Passa a un tema più veloce
  22. Disabilita pingback e trackback
  23. Usa gli sprite CSS
  24. Disabilita le revisioni post
  25. Rimuovi le immagini Gravatar
  26. Elimina i commenti spam

1. Scegli l’host web giusto

Questo è il numero 1 nell’elenco non senza motivo. Avere il tuo sito web ospitato con la giusta compagnia è il più grande fattore che contribuisce alla velocità complessiva del tuo sito.

Le compagnie di hosting sono sostanzialmente come le case automobilistiche: offrono tutte velocità e prestazioni diverse. Ad esempio, un caso di studio condotto presso DB ha rivelato che la differenza nella sola società di hosting può rappresentare anche una variazione del 56% nei tempi di risposta / caricamento.

Quindi, ecco cosa devi fare per stare dalla parte della forza:

  • scegli una società di hosting con una buona reputazione,
  • scegli un server vicino alla posizione geografica del tuo pubblico di destinazione.

Quando si tratta di ex, non sono il tipo che ti dice quale host scegliere. Fai la tua diligenza e se il tuo sito riceve più di 30.000 visite mensili, è probabilmente il momento di passare a Dedicato o VPS. Sceglierei HostGator o Siteground.

Un’altra cosa è la posizione del server. Se possibile, scegli la posizione del server più vicina al tuo pubblico di destinazione. Il ragionamento è abbastanza semplice: più il server è vicino, più velocemente il tuo sito Web può essere distribuito.

IL MIO STUDIO DI CASO: Non ho cambiato il mio host, altrimenti il ​​mio test sarebbe stato troppo impreciso.

2. Tieni aggiornato WordPress

Gli aggiornamenti di WordPress vengono rilasciati abbastanza spesso. Le nuove versioni principali escono in media ogni 152 giorni, ma gli aggiornamenti più piccoli appaiono molto più spesso (circa ogni 50 giorni se ricordo bene).

In breve, è fondamentale per te aggiornare non appena esce una nuova versione.

wp-update

Ogni nuovo aggiornamento viene fornito con nuovi miglioramenti e nuove ottimizzazioni, rendendo così il tuo sito più veloce (e anche più sicuro).

IL MIO STUDIO DI CASO: Cerco sempre di mantenere aggiornato WordPress, quindi per fortuna non ho dovuto effettuare l’aggiornamento.

3. Tieni aggiornati i plugin

La stessa cosa vale per i tuoi plugin. Ogni nuovo aggiornamento del plugin comporta nuovi miglioramenti, per non parlare delle correzioni di sicurezza.

Quindi, ogni volta che vedi una notifica di aggiornamento del plugin, agisci su di essa.

jetpack

IL MIO STUDIO DI CASO: Avevo 3 plugin su 15 obsoleti, quindi li ho aggiornati.

4. Rimuovi i plugin che non ti servono

Una volta terminato l’aggiornamento dei plug-in, è una buona idea riconsiderare anche averne alcuni in primo luogo.

Ammettiamolo, non tutti i plugin sono una necessità assoluta. Probabilmente puoi farne a meno.

Hai bisogno di un motivo per farlo? A quanto pare, i plugin spesso contribuiscono a oltre l’86% del tempo di caricamento totale. Almeno questo è quello che è successo su uno dei miei siti:

plugin-load

IL MIO STUDIO DI CASO: Ho rimosso 4 plugin che erano inattivi.

5. Eseguire scansioni delle prestazioni del plug-in

Bene, con alcuni plug-in inutili fuori mano, ora parliamo di plug-in con prestazioni scadenti.

Sotto il cofano, i plugin sono sostanzialmente piccoli software. E succede solo che non tutti i plugin sono costruiti con codice ottimizzato e ben strutturato. Alcuni di loro sono semplicemente poveri.

Puoi misurare le prestazioni dei tuoi plugin con un altro plugin, chiamato P3.

p3-scan

La cosa da fare è scansionare il tuo sito regolarmente. Se un plug-in inizia a comportarsi in modo instabile, trova un’alternativa più rapida su WordPress.org (c’è sempre qualcosa).

IL MIO STUDIO DI CASO: Ho eseguito la scansione e ho notato che il plugin chiamato BackWPup era davvero pesante. Così l’ho rimosso.

6. Ottimizza le dimensioni dei file di immagine

Sapevi che la maggior parte della larghezza di banda del tuo sito Web è consumata dalle immagini?

Ad esempio, i 13 capitoli originali di The Art of War, se salvati come versione di solo testo, occupano solo 63 KB di spazio su disco. Ancora una volta, questa è l’intera Art of War.

Sai cos’altro occupa 63KB? Questa singola immagine qui:

bologna

Ci sono 3 cose che puoi fare con le tue immagini

  1. Puoi installare un plugin chiamato Imsanity che ridimensionerà le immagini di grandi dimensioni (dimensione) che vengono caricate
  2. Puoi ridimensionare le tue immagini che sono troppo grandi usando questo fantastico sito – bulkresizephotos.com
  3. Optimole: consente di ridurre le dimensioni delle immagini di oltre il 70%. Hanno una versione gratuita che sarà più che sufficiente per la maggior parte dei siti
  4. (Consigliato) Utilizzare WPRocket che copre praticamente questo e tutto il resto in questa guida

IL MIO STUDIO DI CASO: Poiché la mia home page è rivolta a persone che stanno imparando a creare un blog, non ho potuto resistere a meno di 20 immagini per descrivere l’intero processo.

Purtroppo, questo ha portato le dimensioni della mia homepage a 7,2 MB! Ma dopo aver seguito i 3 passaggi precedenti, sono riuscito a ottenere circa 2,5 MB – tutt’altro che perfetto, ma quasi 3 volte più leggero di prima.

7. Riduci al minimo il design della tua homepage

Il minimalismo è il nuovo nero.

Soprattutto quando si tratta di homepage su siti Web WordPress.

Ecco il ragionamento:

Fondamentalmente, più elementi hai nella tua homepage, più tempo ci vorrà per caricarli. E a quanto pare, in realtà non ti serve molto sulla tua home page. Alcuni dei siti di maggior successo sul Web hanno homepage molto semplici.

Esempio di Slack:

slack

Perché? Meno è meglio. Meno è più comprensibile. Meno è più facile da capire.

IL MIO STUDIO DI CASO: Non ho minimizzato la mia home page. Anche se un’immagine può dire più di 1000 parole, non riesco proprio a tenere la mia guida ai blog così breve.

Plugin WordPress che miglioreranno le tue prestazioni

Non sono un GRANDE fan dei plug-in poiché, a mio avviso, sono vulnerabili e spesso rallentano il tuo blog, ma alcuni di loro possono davvero fare miracoli in termini di velocità e prestazioni.

8. Ridimensiona le dimensioni dell’immagine di grandi dimensioni

Imsanity: Imsanity ridimensiona automaticamente enormi caricamenti di immagini. I collaboratori stanno caricando enormi foto? Stanco del ridimensionamento manuale? Imsanità in soccorso!

Impostazioni eseguite (Impostazioni > Imsanity):

Imsanity-options

Per ottenere la larghezza massima dei tuoi contenuti: ispeziona il tuo sito Web (fai clic con il pulsante destro del mouse, quindi “Ispeziona elemento” – Sto usando Chrome), quindi trova il contenuto del tuo sito e passa il mouse sopra di esso, vedrai la larghezza.

Ispeziona elemento

Quindi esegui un’immagine di ridimensionamento in blocco nelle impostazioni di Imsanity:

73a56033-31d5-4a39-9397-8d11e9309aec

IL MIO STUDIO DI CASO: Come accennato in precedenza, ho usato quel plugin.

9. Utilizzare un plug-in di cache

La memorizzazione nella cache è un concetto complicato e piuttosto noioso. Ma in breve, accelera il tuo sito memorizzando l’ultima versione nota del sito e quindi consegnandolo ai visitatori, invece di forzare WordPress a generarne uno nuovo al volo … più o meno.

Fondamentalmente, l’unica cosa che ognuno di noi deve sapere sulla memorizzazione nella cache è che funziona e che è un miglioramento impressionante.

Ad esempio, in un caso di studio su yuiblog.com, possiamo vedere che l’introduzione della cache sul lato browser può ridurre i tempi di caricamento da 2,4 secondi a 0,9 secondi.

Vuoi risultati così? Uno di questi plugin (ma mai più di uno contemporaneamente):

  • W3 cache totale
  • WP Super Cache
  • WPRocket (consigliato)

IL MIO CASO STUDIA: Uso il plug-in per la memorizzazione nella cache di WPRocket in quanto è il più semplice da usare e, francamente, è il migliore del settore. Questo plugin può davvero velocizzare il tuo blog. Soprattutto quando si utilizza un account di hosting condiviso. Se utilizzi una delle prime 2 opzioni, assicurati di controllare i tutorial manuali, perché è davvero facile rovinare tutto.

10. Ottimizza il tuo database

Non abbiate paura, questo non comporta alcun lavoro di programmazione. L’ottimizzazione del database è una cosa abbastanza semplice e può avere un grande impatto sulla velocità del tuo sito.

Molto semplicemente, nel tempo, il database che WordPress utilizza per eseguire il tuo sito Web diventerà affollato e disordinato. Quindi, ogni tanto, dovresti usare un plugin come WP-Optimize per ripulirlo automaticamente, ma WPRocket fa anche questo.

IL MIO STUDIO DI CASO: Ho ottimizzato il mio database poiché il mio sito sta diventando abbastanza grande con oltre 300 pagine di contenuto.

11. Monitora la sicurezza del tuo sito

Wordfence è un bel plug-in che ti aiuta a mettere in atto la sicurezza di base e a mantenere il tuo sito in salute. Esegue una serie di scansioni e monitora ciò che sta accadendo sul tuo sito, avvisandoti nel caso in cui ci sia qualcosa di sospetto.

A volte, il tuo sito rallenta a causa di malware o altre cose brutte. Wordfence ti salva da quelli.

IL MIO STUDIO DI CASO: Non sto usando WordFence, ma ne ho sentito solo cose positive. Se sei un po ‘paranoico, sentiti libero di installare quel plugin.

12. Immagini di caricamento lento

Attenersi al tema delle immagini per un minuto; un’altra cosa che puoi fare è “caricarli lentamente”. L’idea alla base è quella di mostrare le immagini solo una volta che il visitatore scorre la pagina per vederle. Con una soluzione di caricamento lento, le immagini non vengono caricate fino a quel momento.

Il miglior plug-in per farlo è di nuovo WPRocket, ma un altro chiamato BJ Lazy Load. può anche fare il lavoro.

IL MIO STUDIO DI CASO: L’ho installato su WPRocket ed è uno dei più grandi cambi di gioco per la velocità del sito. L’unico aspetto negativo è che quando il visitatore sta scorrendo il tuo sito e l’immagine si apre, verrà caricata non appena arrivano (non prima). Trovo che questo sia praticamente un problema, soprattutto se si tiene conto del fatto che la velocità di caricamento è molto importante per i visitatori.

13. Sposta gli script nel piè di pagina

JavaScript è questa fantastica tecnologia che ti consente di avere interessanti funzionalità sul tuo sito, ma ha anche il suo prezzo. Principalmente, può rallentare le cose.

Quindi una soluzione semplice che puoi fare è spostare tutti i file JavaScript nel piè di pagina, invece di averli nell’intestazione (di solito l’impostazione predefinita). Fallo con un plugin come Scripts To Footer o WPRocket.

IL MIO STUDIO DI CASO: Il mio sito non ha molto JavaScript, ma utilizzo comunque WPRocket per spremere fino all’ultima oncia di velocità che posso.

14. Rigenera le miniature

Questo è qualcosa che vale la pena fare ogni volta che cambi il tema in uno nuovo. La maggior parte dei temi utilizza dimensioni di miniature diverse. Se le anteprime precedenti, per le immagini caricate in passato, non sono ottimizzate, occuperanno maggiore larghezza di banda.

Puoi risolverlo con un plugin chiamato Rigenerate Miniature.

IL MIO STUDIO DI CASO: Ho installato e attivato Rigenerate miniature. Puoi anche rimuovere le anteprime che non stai utilizzando. Una volta terminato, puoi semplicemente disattivarlo.

15. Minimizza i file JavaScript e CSS

Il tuo sito Web WordPress è una creatura abbastanza complessa. È costituito da una gamma di file e righe di dati. Un modo per farlo funzionare più velocemente è minimizzare il numero di quei file, minimizzando così il numero di richieste che i browser dei tuoi visitatori devono fare per recuperare il sito.

Il metodo si chiama minimizzazione. Puoi integrarlo anche con (un) seguendo le linee guida di Google a mano (molto lavoro) o da (B) usando un plugin come Autoptimize o WPRocket (facile).

IL MIO STUDIO DI CASO: Dato che non sono un guru di WordPress, inizialmente chiedevo a uno sviluppatore web esperto di farlo, ma ora lascio che WPRocket se ne occupi.

Correzioni tecniche per accelerare i siti Web

16. Utilizzare una rete di distribuzione di contenuti (CDN)

Una CDN ha lo scopo di prendere tutti i file multimediali statici che hai sul tuo sito (di solito immagini e altri caricamenti) e distribuirli attraverso una rete di server per una consegna più rapida al tuo pubblico.

Collegare il tuo sito a una rete CDN può comportare un caricamento del tuo sito molto, molto più veloce e anche ridurre il consumo di larghezza di banda.

Usa Key CDN per ottenere i massimi risultati (sono un’ottima alternativa a Max CDN o StackpathCDN) o usa un CDN cloudflare gratuito con WPRocket

IL MIO STUDIO DI CASO: Sto usando un CDN gratuito Cloudflare tramite WPRocket per velocizzare il mio sito. È stato spento quando ho eseguito il test di velocità. Per gli utenti medi di WordPress – non è essenziale. Ma se stai gestendo un sito come Mashable o HuffingtonPost, è probabilmente un must-have.

17. Abilita la compressione gzip

Un’altra cosa che puoi fare per velocizzare il tuo sito è impostare quella che si chiama compressione gzip. È un processo abbastanza tecnico, ma è stato ben documentato sul Web, quindi dovresti essere in grado di superarlo seguendo i passaggi.

In breve, la compressione gzip consiste nel ridurre le dimensioni dei file che compongono il tuo sito Web, in modo che possano essere consegnati ai tuoi visitatori più velocemente.

IL MIO CASO STUDIA: Non avevo abilitato quando ho fatto il test, ma anche WPRocket può farlo.

18. Disabilita hotlinking

Il collegamento a caldo è ciò che definiamo una situazione in cui un altro webmaster tenta di visualizzare un’immagine sul proprio sito Web collegandola direttamente dal proprio sito Web. Ciò comporta un carico aggiuntivo sul tuo server.

Puoi disabilitare completamente il hotlinking seguendo questa guida.

IL MIO STUDIO DI CASO: Anche se questo può accelerare il tuo sito / blog WordPress, ho sentito che il vantaggio che posso ottenere dal hotlink non supera il problema di velocità.

19. Rimuovi i cursori dal tuo disegno

I dispositivi di scorrimento possono sembrare interessanti, ma non sono un’aggiunta preziosa al tuo sito su così tanti livelli.

Prima di tutto, non funzionano come uno strumento di conversione / progettazione / business.

Inoltre, tendono a impiegare molto tempo per caricare.

La soluzione più semplice è rimuovere tutti i cursori che hai sul tuo sito e sostituirli con immagini statiche o qualcos’altro, come un modulo di opt-in.

IL MIO STUDIO DI CASO: Odio i cursori, quindi non ho avuto bisogno di rimuoverli.

Correzioni opzionali per velocizzare WordPress

20. Collegati a CloudFlare

Come ho già detto, puoi farlo con WPRocket che rende l’installazione molto più semplice.

CloudFlare è magico. Almeno per me. Voglio dire, trovo difficile capire come qualcosa di così semplice da configurare come CloudFlare possa avere un tale impatto sulle prestazioni del tuo sito.

Le persone riportano risultati fino al -44% addirittura rasati dai tempi di caricamento della pagina.

In una frase, CloudFlare è una soluzione integrata di CDN, ottimizzazione, sicurezza e analisi. Filtra il traffico ricevuto dal tuo sito Web e garantisce un’esperienza più rapida ai visitatori reali, mentre gli aggressori sono tenuti a bada. L’installazione è di circa cinque minuti e chiunque può farlo (è disponibile un piano gratuito).

IL MIO STUDIO DI CASO: Questo è qualcosa che ho messo in atto in quanto ritengo sia un fattore importante per accelerare il tuo sito.

21. Passa a un tema più veloce

Questo non è sempre possibile, soprattutto se stai utilizzando un design personalizzato, ma dovresti comunque considerarlo almeno.

Alcuni temi di WordPress sono molto più lenti di altri a causa di vari fattori. Di solito, la colpa è della sovrabbondanza di funzionalità (più funzioni ci sono, più lento è il tema).

Quindi il trucco è usare uno dei migliori temi WordPress che abbia tutte le funzionalità di cui hai assolutamente bisogno e niente che non ti piaccia. Puoi trovare temi gratuiti di qualità nella directory ufficiale, oltre ad alcune directory alternative.

IL MIO STUDIO DI CASO: Ho un tema WordPress progettato su misura basato su Genesis (che ha un codice abbastanza pulito), quindi non ho cambiato il mio host. Ma credimi, ci sono alcuni grandi temi come Astra che sono anormalmente veloci.

22. Disabilita pingback e trackback

Pingback e trackback sono una funzionalità abbastanza confusa in WordPress. Puoi leggerli sulle pagine ufficiali, ma in sostanza è il modo di comunicare con WordPress tra altri siti Web WordPress. Il rovescio della medaglia però è che oggigiorno pingback e trackback sono usati principalmente per lo spam.

Disabilitarli tutti insieme è una soluzione rapida che può velocizzare il tuo sito, poiché il software WordPress non deve più gestirli.

Per farlo, vai al tuo wp-admin: Impostazioni / Discussione e deseleziona l’opzione “Consenti notifiche di collegamento da altri blog (pingback e trackback) su nuovi articoli”.

IL MIO STUDIO DI CASO: Li ho disabilitati. Perché? Non c’è molto vantaggio che puoi ottenere da loro tranne lo spam.

23. Usa gli sprite CSS

Normalmente, il tuo CSS è organizzato in un modo che recupera un numero di singole immagini e poi le serve in varie parti del design del tuo sito.

Una soluzione più ottimizzata, tuttavia, è quella di avere un’immagine grande, in cui tutte le immagini precedenti sono disposte una accanto all’altra. Questo è uno sprite CSS. Ecco alcune altre informazioni su questo metodo.

24. Disabilita le revisioni post

Le revisioni dei post sono un’ottima funzionalità in WordPress … per alcune persone. Per altri, è una cosa totalmente inutile.

Di per sé, le revisioni ti consentono di tornare a qualsiasi versione precedente di un determinato post. Questo ti dà la possibilità di ripristinarlo nel caso in cui tu abbia cancellato per errore qualcosa che non intendevi cancellare.

Tuttavia, se rimani sempre con l’ultima versione dei tuoi contenuti e non torni a nulla, le revisioni non ti saranno molto utili.

In tal caso, considera di disabilitarli del tutto. Questo può essere fatto modificando il file principale wp-config.php della tua installazione di WordPress. Aggiungi questa riga da qualche parte in fondo:

define (“WP_POST_REVISIONS”, false);

IL MIO STUDIO DI CASO: Alcuni dei miei post hanno avuto più di 200 revisioni. Li ho limitato a 5 revisioni.

25. Rimuovi le immagini Gravatar

Gravatar è il modo predefinito di gestire gli avatar dei commenti in WordPress. Una caratteristica molto interessante in sé, ma può avere un impatto sulla velocità del tuo sito se i tuoi post ricevono molti commenti.

Questo è semplicemente il risultato del tuo sito che deve mostrare decine di immagini di avatar. È possibile ridurre questo carico disabilitando completamente quelle immagini Gravatar.

Gestisci questo è il tuo wp-admin: vai su Impostazioni / Discussione e deseleziona la casella “Mostra avatar”.

IL MIO STUDIO DI CASO: Penso che le persone siano più desiderose di commentare quando viene mostrato il loro volto. Sto comunque testando questo passo avanti, ma durante questo test non ho rimosso le immagini Gravatar.

26. Elimina i commenti spam

I siti che ricevono tonnellate di traffico tendono a ricevere tonnellate di commenti spam. I commenti spam stanno occupando spazio irrilevante. Sto cercando di bloccarli con il plug-in chiamato CleanTalk, ma alcuni dei commenti spam passano attraverso.

IL MIO STUDIO DI CASO: Avevo 4.500 commenti spam in attesa di essere rimossi – li ho buttati nel gabinetto.

27. ?

Ho dimenticato qualche importante ottimizzazione della velocità? Sentiti libero di entrare e condividere il tuo commento qui sotto. Cavolo, potrei anche provarlo e darti credito per il fantastico suggerimento ��

Come velocizzare i siti Web WordPress: le mie conclusioni

Personalmente, ritengo che i plug-in sopra siano fantastici per velocizzare il tuo sito, ma uno dei fattori è di per sé non installare troppi plug-in. I vantaggi dell’installazione di alcuni plug-in, in questo caso, sono ignorati dai vantaggi, ma preferisco usare WPRocket poiché controlla anche questa casella facendo il lavoro di molti plug-in.

Se non vuoi pagare il piccolo prezzo per WPRocket, seguire la guida sopra ti aiuterà sicuramente. Ma se vuoi semplificare la vita e portare la velocità del tuo sito a livelli folli, darei sicuramente un’occhiata a WPRocket.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map